Come imparare a Driftare , la guida definitiva

Come imparare a Driftare

Ragazzi ecco Come imparare a driftare al meglio con la vostra auto in spazi sicuri o nelle gare di Forza Motorsport 3 quando volete divertirvi sul divano di casa vostra.

Inutile dire che

Il drifting (letteralmente andare alla deriva) è una disciplina sportiva facente parte dell’automobilismo. Si tratta di una competizione di abilità e non di velocità, che si effettua con auto derivate da modelli stradali ed esclusivamente a trazione posteriore o modificate come tali. Non è possibile partecipare (né materialmente svolgere questo sport al completo) con veicoli a trazione anteriore e integrale. Le gare si svolgono generalmente in autodromo, ma possono anche svolgersi su strada pubblica chiusa al traffico. 

 

Come imparare a Driftare LA TECNICA

Le tecniche di drift che seguono servono per innescare il drift, e una volta che si è di traverso, l’unica tecnica è quella di controsterzare e dosare il gas con molta precisione:

 

    • Come imparare a Driftare Freno a mano : La tecnica più semplice e forse più provata da tutti, in cui non bisogna arrivare sparati in curva e tirare il freno a mano, altrimenti si ottiene solo un testacoda, ma l’ideale è avvicinarsi alla curva normalmente, frenare quanto serve per ottenere una velocità media a seconda del raggio della curva, e mentre si imposta la traiettoria sterzando, basta dare un singolo e breve colpo di freno a mano, quel tanto che basta per sbilanciare la vettura innescare il drift, controsterzare e riaccelerare per portarlo avanti;

 

    • Come imparare a Driftare Blocco al ponte : Questa seconda tecnica prevede l’uso del cambio, è simile a quella precedente, ma invece di usare il freno a mano, per innescare il drift si fa una scalata di una marcia, che crea uno scompenso tra giri motore e giri delle ruote posteriori. Bisogna avvicinarsi alla curva più velocemente del normale, tenendo una marcia non troppo alta, ovvero l’auto deve essere su di giri, ma non a limitatore. Frenare quel che basta per regolare la velocità, e allo stesso tempo, mentre si comincia a sterzare, fare una scalata brutale, quasi contemporaneamente alla scalata, bisogna riaccelerare, innescando il drift;

 

    • Come imparare a Driftare Sovrasterzo di potenza : Dal nome si può capire che per utilizzare questa tecnica dobbiamo disporre di una vettura ben fornita in fatto di coppia e cavalli. Avvicinarsi come sempre alla curva, frenare abbastanza decisamente, per spostare il peso sull’anteriore e alleggerire il posteriore; sterzare andando verso la corda della curva e quando il muso è nella direzione giusta, dare tutto gas, quel tanto da far derapare l’auto;

 

    • Come imparare a Driftare Frenata : Questa tecnica da il suo meglio con le vetture che hanno più peso al posteriore, quindi quelle con motore centrale o posteriore, ma nessuno vieta comunque di provarla anche su altri tipi di auto. Inserirsi in curva frenando pesantemente, abbastanza da spostare tutto il carico sull’anteriore. A questo punto, il posteriore, momentaneamente alleggerito, da solo andrà verso l’esterno della curva a causa del peso del motore, e basta riprendere a dare gas per driftare;

 

  • Come imparare a Driftare Pendolo : Questa tecnica funziona tramite lo spostamento dei pesi della vettura e la relativa perdita di aderenza. La cosa principale è quella di avvicinarsi alla curva, sterzare abbastanza bruscamente dalla parte sbagliata e contemporaneamente frenare, mollare di colpo il freno e curvare nella giusta direzione ridando gas per derapare. Questo spostamento improvviso sbilancia la vettura quel tanto da farla scivolare sull’asfalto.

 

Come imparare a Driftare L’AUTO

Ipotizzando di voler preparare un auto esclusivamente per il drift, è importante sceglierla provandola e cercando quella che già completamente originale dà un buon feeling, che si andrà poi a migliorare con interventi mirati. Ricordate che con un motore aspirato, è più difficile innescare il drift ma più gestibile dopo, mentre con un motore turbo, è più facile innescare il drift, ma più difficile da gestire nell’erogazione, e che non si tratta di fare record di velocità o gare di accelerazione, quindi non sempre avere una vettura elaborata al massimo significa driftare bene, ovviamente una vettura con pochi cavalli e poca coppia avrà difficoltà a derapare a lungo e ci vorrà più tecnica per innescare la derapata, ma allo stesso tempo, una vettura con troppa potenza, riuscirà a partire in drift subito, ma sarà più difficile da controllare. Se si punta sulla potenza, probabilmente la Mazda RX-7 è una delle scelte migliori, mentre se si vuole maggiormente controllo e meno potenza, meglio l’Honda S2000. Ovviamente, ci sono tante altre vetture ottime, come ad esempio la BMW M3 E36, la Toyota Supra, e tante altre. Per la preparazione della vettura seguire i seguenti passi:

 

  1. Alleggerire l’auto rimuovendo la ruota di scorta, il sistema audio, i sedili posteriori, gli airbag, le serrature, i finestrini elettrici, il sistema di aria condizionata, gli elementi aggiuntivi dei paraurti e sostituire i sedili anteriori con dei sedili da gara e installare delle cinture di sicurezza da gara;
  2. Installare delle gomme con mescola da gara per migliorare l’aderenza con l’asfalto, dei freni da gara per migliorare l’efficienza e delle sospensioni da gara;
  3. Se l’erogazione è troppo lenta, modificare la trasmissione, ricordando che più la trasmissione è corta, più brusca sarà la messa a terra della potenza, facendo diventare l’auto meno gestibile;
  4. Se avete bisogno di più potenza modificate l’albero a camme installando camme cave da gara, con superficie micro levigata e aste rinforzate con fermi in titanio. Se ancora non vi basta installate collettori, silenziatori e tubazioni maggiorate che permettono di ottenere più potenza, e sulle auto che lo permettono installate un turbocompressore da gara con cuscinetti in ceramica dotato di scarico esterno da gara a flusso elevato;
  5. Rapporti del cambio : Il drift più regolare lo si ottiene se si è in grado di percorrere tutta la curva senza intervenire sul cambio e quindi gestendo solo l’acceleratore, di conseguenza, avere dei rapporti ottimali, può aiutare molto;
  6. Ripartizione della frenata : La base del drift è quella di alleggerire il posteriore per farlo scivolare meglio. Se si fa molto affidamento sui freni, aiuterà sicuramente una frenata bilanciata verso l’anteriore che è il metodo più semplice per caricare l’anteriore con una frenata potente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *